Il gioco della semina: giochiamo a Bantumi

 

In alcune culture la semina è un vero e proprio gioco: dall’India all’Africa infatti l’atto dell’agricoltore che pianta i semi è diventato ispirazione per molti giochi da tavolo. Uno molto noto è il Bantumi, un gioco di strategia divertente e al contempo semplice da fare anche per i bambini, il cui scopo è riversare quanti più semi nel proprio contenitore. Questo gioco ha il vantaggio che non servono necessariamente tavole o strumenti particolari per giocare, bastano solo due persone e alcuni piccoli oggetti, perciò è ideale anche per la spiaggia o fuori casa.

Ecco allora cosa ci serve per giocare a Bantumi:
Se vogliamo disegnare il tabellone possiamo utilizzare un foglio di carta e un pennarello oppure un gessetto per disegnarlo in terra o ancora un legnetto o una conchiglia per disegnarlo sulla sabbia. In alternativa possiamo usare 12 ciotole o piccoli contenitori e 2 ciotole un po’ più grandi e disporli come le forme del tabellone. Ecco la sagoma da riprodurre: due file parallele composte da 5 cerchi e ai capi opposti delle file due ovali

schema del tabellone

schema del tabellone

Per fare i semi dell’agricoltore possiamo utilizzare 60 piccoli oggetti: bacche o semi (che poi potremo mangiare!) oppure fagioli secchi, biglie, conchiglie, sassetti.

Le regole del Bantumi
Per giocare a Bantumi sono necessari 2 giocatori che sposteranno a turno i semi contenuti nelle 12 ciotoline del tabellone.
Ogni giocatore possiede una fila di 5 ciotoline con all’interno 6 semi ciascuna; le ciotole ovali agli estremi appartengono ognuna a un giocatore e sono “i granai”: infatti i semi che cadono in questi contenitori diventano del giocatore e vanno a costituire il suo punteggio finale. Il granaio del giocatore è la ciotola ovale che sta alla sua destra. Lo scopo del gioco riempire il proprio granaio; vince chi al termine del gioco avrà recuperato più semi dalle ciotole dell’avversario.

Come si gioca
1. Il primo giocatore sceglie una delle sue 5 ciotoline da cui partire con la semina;
2. prende tutti i semi contenuti e, muovendosi in senso antiorario, semina un seme in ogni ciotola in successione, compresa la ciotola del proprio granaio. Se facendo la semina dei 6 semi arriva al granaio dell’avversario, lo salta senza lasciare nulla e continua a depositare semi nelle ciotoline tonde in successione.

Ci sono due occasioni in cui la mossa dà un vantaggio al giocatore:
a) se l’ultimo seme viene depositato nel proprio granaio, allora si ha diritto a giocare nuovamente mentre l’altro giocatore deve aspettare.
b) Se invece l’ultimo seme di un giocatore cade nella propria ciotola vuota, allora quel seme appena inserito diventa suo e viene aggiunto al bottino del suo granaio. La stessa cosa avviene per i semi che si trovano nella ciotolina di fronte dell’avversario.

La partita termina quando tutte le ciotoline di uno dei giocatori sono vuote. Per stabilire il vincitore basta contare i semi nei rispettivi granai.

Buon divertimento!

Commenti

commenti